Garbagnate piange il Suo Campione Alessio Allegri, che per un malore in campo muore a 37 anni

Per la sua prestanza fisica era soprannominato "Koeman", come l'ex difensore della nazionale olandese

884

Non ce l’ha fatta Alessio Allegri, 37 anni, dopo il malore accusato domenica pomeriggio al palazzetto sportivo di Rho, durante il primo tempo della partita di basket di Serie C Silver tra Osl Garbagnate e La Torre di Torre Boldone.

Alessio, prima di accasciarsi al suolo, aveva cercato di richiamare l’attenzione dei compagni alzando un braccio. Subito soccorso da parte di un medico presente in campo con defibrillatore è intervenuto il 118 che ha continuato la rianimazione facendo riprendere il battito cardiaco. Dopo il malore era stato trasportato al Sacco in codice rosso, dove però 24 ore dopo i medici si sono dovuti arrendere e dare la triste notizia.

Alessio Allegri era uno dei protagonisti della pallacanestro dilettantistica lombarda, uno dei giocatori più noti delle serie minori. Era un pilastro, un amico per tutti, un istruttore e allenatore di basket, una presenza viva e importante per tutto il mondo OSL Garbagnate. Per la sua prestanza fisica era soprannominato “Koeman”, come l’ex difensore della nazionale olandese. Una autentica bandiera per l’Osl. Ed è indefinibile il dolore della società di cui il padre, Fabrizio Allegri, è vicepresidente. Alessio Allegri aspettava la nascita del primo figlio, atteso tra poche settimane.

La redazione garben.tv e OneTV Garbagnate si unisce al dolore di quanti lo conoscevano e ai suoi concittadini.

 

Primiano Mandunzio

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui e ricevi gratuitamente i nostri ultimi articoli via email
Potrai cancellarti quando vuoi
Commenti