Festa di compleanno per l’ospedale di Rho

Il 26 ottobre si celebrano i 90 anni dalla inaugurazione con la partecipazione anche del Club del Cinquino

“L’ospedale di Circolo – Monumento ai caduti nacque per la beneficenza di numerosi cittadini che donarono somme anche notevoli per costruire un monumento ai caduti della grande guerra ma, raccolta una cifra piuttosto consistente, si decise di costruire un ospedale affinché la sofferenza della guerra portasse a migliori condizioni di vita. Tra i donatori si ricordano Benedetto Banfi, Giulio Tavecchia, Giuseppe Citterio, Paolo Goglio, Virginia Bullani. Il 7 ottobre 1923 venne posta la prima pietra e l’inaugurazione ebbe luogo il 27 ottobre 1929”.

In questa breve sintesi, riportata dai testi storici sulla città di Rho, si racconta la nascita di quella che è un’eccezione su tutto il territorio nazionale: l’ospedale è il Monumento ai caduti. Il prossimo 26 ottobre la struttura di corso Europa festeggerà i 90 anni dalla inaugurazione e la Direzione Generale dell’Asst Rhodense ha pensato di celebrare questo compleanno speciale, con un momento di festa, che ha come tema I giovani e Salute, accostando l’età del nosocomio a momenti di consapevolezza sull’importanza della prevenzione. La manifestazione prenderà il via alle ore 9,30 con la Banda Città di Rho che eseguirà l’inno di Mameli e altri brani per festeggiare l’importante anniversario, seguiranno poi i saluti istituzionali nella sala Capacchione alla presenza dell’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera e del Sindaco Pietro Romano.

All’ingresso del nosocomio ci sarà un raduno delle 500 d’epoca a cura del Club del Cinquino di Cogliate mentre nello spazio accoglienza, dalle 9,30 alle 13, saranno allestiti i desk informativi particolarmente rivolti ai giovani e visite guidate per conoscere l’ospedale che, nonostante l’età, presenta eccellenze e laboratori all’avanguardia.

BUON COMPLEANNO RHO, parte integrante della città, oltre che simbolo di rinascita dopo l’eccidio della guerra, che sarà ricordato anche attraverso una mostra fotografica e la memoria storica di studiosi ed ex dipendenti che ne hanno conservato la storia.

Primiano Mandunzio

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui e ricevi gratuitamente i nostri ultimi articoli via email
Potrai cancellarti quando vuoi
Commenti