M5S: Nuovo Accordo di Programma ex-Alfa, ancora una volta senza i Cittadini

Comunicato stampa del Movimento 5 Stelle di Garbagnate Milanese

riceviamo e pubblichiamo:

Il 29 Marzo 2016 il nostri Consiglieri Comunali insieme ad altri Consiglieri di opposizione protocollarono un Ordine del Giorno ad oggetto “Ordine del Giorno riguardo accordo di programma Alfa Romeo – Ripercussioni su Garbagnate Milanese”.

La volontà era quella di conoscere nello specifico la posizione del Comune di Garbagnate Milanese sul rientro nell’accordo di Programma sull’area ex-Alfa e sulle ricadute che tale accordo potesse portare al nostro territorio.

L’ordine del giorno venne poi discusso nel Consiglio Comunale del 24 Giugno 2016 ed insieme agli esponenti della maggioranza venne riscritto e approvato all’unanimità dall’intero Consiglio.

I Consiglieri impegnarono quindi il Sindaco a produrre la documentazione in relazione a quanto rappresentato in Consiglio Comunale propedeutica ad indire la Commissione Territorio che sarebbe dovuta avvenire entro Settembre 2016 e successivamente il Presidente del Consiglio Comunale Rocco Fontanarosa ad indire un Consiglio Comunale entro trenta giorni dalla conclusione dei lavori della Commissione Territorio per definire linee di indirizzo.

Mentre il 24 Settembre si è tenuta la Commissione Territorio, durante la quale il Sindaco ha prodotto un documento ed esposto qualche informazione (poche) sul rientro di Garbagnate Milanese nell’Accordo di Programma ex-Alfa, NON è stata più convocata la Commissione dal Presidente Antonello Sala nella quale discutere nel merito e tanto meno il Consiglio Comunale per definire le linee di indirizzo del nostro Comune.

Da Regione Lombardia nel frattempo è arrivata la forte proposta di “Aggiornamento del documento di Scoping” pubblicato a Dicembre. Infatti a livello più “alto” i giochi sono già fatti: è previsto sul nostro territorio un fumoso mix funzionale che è facile prevedere abbia ben poca utilità pubblica, ma ampio ritorno economico per i soliti noti. Tra l’ipotesi (ormai quasi certezza) di una pista da sci, hotel e parchi, ma con la certezza dell’ennesima grande struttura di vendita, ai Garbagnatesi viene assicurato solo altro smog e traffico ed un ulteriore peggioramento della qualità della vita.

Il Sindaco è consapevole che questo oscurantismo non è giustificabile, non è opportuno, sostenibile e nemmeno degno di una città di 28.000 abitanti!

Per questo motivo abbiamo sollecitato con urgenza al Presidente del Consiglio Comunale Rocco Fontanarosa la convocazione della Commissione e del successivo Consiglio Comunale per far chiarezza sulla vicenda ed in rispetto all’OdG dello scorso Giugno.

Qualche settimana fa inoltre sul sito del Comune è stata resa pubblica una informativa, che apparirebbe faceta se non riguardasse un tema che pesa fortemente sulla vita di migliaia di persone. In essa si dichiara : “Chiunque abbia interesse, anche per la tutela degli interessi diffusi, può presentare suggerimenti e proposte, solo se pertinenti con l’oggetto della variante, entro il 30.01.2017.”

Come a dire: Cittadino comune, visto che sei un urbanista, (se non lo sei ancora diventalo in pochi giorni), leggi i documenti che non ti ho presentato a dovere ed elabora da solo, in modo preciso, dettagliato, chiaro, inconfutabile, esaustivo, competente delle proposte alternative in modo diverso di quanto non è stato fatto dall’amministrazione. E soprattutto Cittadino comune… attento, non sbagliare! Devi essere pertinente! Diversamente le tue idee potrebbero non essere considerate.

Come M5S di Garbagnate Milanese riteniamo inaccettabile ed inammissibile l’inadempienza dell’Amministrazione rispetto agli impegni di trasparenza e di coinvolgimento che sono dovuti alla cittadinanza ed alle opposizioni.

Visto che questa Amministrazione ancora una volta ha scelto di perseguire una strada che, in contrasto con quanto deciso dall’intero Consiglio Comunale, non prevede il coinvolgimento della città nel processo decisionale, in particolare per quanto riguarda le scelte all’interno dell’Accordo di Programma e delle variazioni al PGT del nostro Comune, il M5S è costretto ad assumere forte avversione ed opposizione a qualsiasi decisione e qualsiasi iniziativa venga calata dall’alto dall’Amministrazione stessa.

A questo proposito chiediamo inoltre a tutte le forze politiche di opposizione di sottoscrivere una richiesta di Consiglio Comunale Aperto nel quale si possa fare chiarezza sulla questione e si possa avere il polso sulla questione da parte della città.

Movimento 5 Stelle – Garbagnate Milanese

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui e ricevi gratuitamente i nostri ultimi articoli via email
Potrai cancellarti quando vuoi
Commenti