L’Amministrazione intitola una nuova strada, ma l’impegno era di farla scegliere ai cittadini

870

Qualcuno potrebbe obiettare che stiamo parlando di inezie, ma questa, a mio parere, è l’ennesima dimostrazione di arroganza con la quale l’Amministrazione Pioli ha Amministrato in questi 5 anni.

Tutto parte ad Aprile 2013 quando una mozione, presentata dal Consigliere Afker (M5S), ed approvata all’unanimità a Luglio dello stesso anno dal Consiglio Comunale, impegnava l’Amministrazione ad intitolare tre vie cittadine (quando se ne fosse posta la necessità) a tre donne. La mozione nasceva dal fatto che su 176 strade cittadine solo 3 risultano intitolate a donne (1,7%) contro le 71 (40%) intitolate a uomini.

Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

La stessa delibera prevedeva inoltre un percorso per la scelta dell’odonimo attraverso un dibattito cittadino che avrebbe dovuto favorire “la partecipazione al procedimento amministrativo a cittadini, enti ed associazioni” e tramite un “concorso di idee” negli istituti scolastici tra gli studenti.

Purtroppo anche in questo caso invece l’Amministrazione ha fatto di testa sua e ha scelto l’illustre scienziata Rita Levi Montalcini per l’intitolazione di un nuovo Largo adiacente alle vie Don Mazzolari e via Matteotti senza alcun coinvolgimento della città come in tanti casi è avvenuto in questi anni.

Per la cronaca il nome del Largo Rita Levi Montalcini verrà reso ufficiale a seguito dell’approvazione della Prefettura essendo il personaggio deceduto da meno di dieci anni.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui e ricevi gratuitamente i nostri ultimi articoli via email
Potrai cancellarti quando vuoi
Commenti