Ceriano Laghetto: Ceriano ricorda il 4 novembre, tante emozioni e particolarità unica.

img_1478-1Un’affluenza inaspettata quella che si è visto domenica scorsa alla manifestazione del quattro novembre, con un’aula consigliare gremita in ogni posto, partecipativa ed attenta. Tutto ha avuto inizio alle ore 10.00 in punto con l’alza bandiera al monumento degli caduti posto davanti al comune con il picchetto d’onore degli alpini e dell’associazione Combattenti e Reduci delle sezioni locali, seguito da un toccante silenzio d’ordinanza suonato dal trombettista sotto una leggera pioggia. Dopo gli onori militari, la manifestazione si è svolta all’interno della sala comunale per i discorsi commemorativi e il saluto del Sindaco Dante Cattaneo. Ma le vere emozioni della manifestazione le hanno date i bambini delle classi quarte della Scuola Primaria che hanno intonato con vocine celestiali l’Inno degli Italiani accompagnati dal Corpo Musicale di Ceriano Laghetto i quali, nonostante un organico ridotto che ben presto si auspica cresca di numero e strumenti, hanno anch’essi contribuito all’emozione nell’eseguire il brano “Il Piave”. A seguire la sfilata per le vie cittadine verso la Basilica per la Santa Messa accompagnata musicalmente in modo particolare ed unico solamente da tamburo, rullante e tromba al posto del Corpo musicale nella sua integrità per un problema tecnico-strumentale imprevedibile. La genialità dei dirigenti della Banda e la capacità tecnica del trombettista di sapersi improvvisare direttore di coro nel far cantare marciando l’Inno d’Italia ai bambini della scuola elementare che formavano numerosi il corteo, han reso unica ed indimenticabile la celebrazione Cerianese del quattro novembre.

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui e ricevi gratuitamente i nostri ultimi articoli via email
Potrai cancellarti quando vuoi
Commenti