Riprese video del Consiglio Comunale, ci riprovo!

1.022
© Vladacanon | <a href="http://www.dreamstime.com/">Dreamstime Stock Photos</a> & <a href="http://www.stockfreeimages.com/">Stock Free Images</a>
© Vladacanon | Dreamstime Stock Photos & Stock Free Images

Qualcuno ricorderà la richiesta che feci a Dicembre 2010 e la risposta che ebbi a Gennaio 2011 a riguardo della possibilità di ripresa del Consiglio Comunale di Garbagnate Milanese, oggi ci riprovo con la nuova Amministrazione e con un nuovo Presidente del Consiglio Comunale, avrò più fortuna?

Come si dice in questi casi: “ai posteri l’ardua sentenza”, staremo a vedere, ad ogni modo anche se un regolamento per le riprese video non esiste ancora, è facoltà di colui il quale ha la responsabilità di autorizzare, o meglio di comunicare ai presenti alla seduta che i lavori verranno ripresi in audio e video, il fatto di permettere o meno che questa avvenga.

[box style=’note’]

Gentile Presidente,

le scrivo per la prima volta dopo che nel Dicembre 2010 scrissi all’allora Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Muscia, circa la mia volontà di riprendere le sedute pubbliche del Consiglio Comunale per poterle pubblicare sul mio blog cittadino Garben.TV (www.garben.tv).

All’ora mi fu risposto che le riprese del Consiglio Comunale, da parte di privati, sono regolamentate dalla Privacy, che all’articolo 23 in merito al Consenso recita:

1. Il trattamento di dati personali da parte di privati o di enti pubblici economici è ammesso solo con il consenso espresso dell’interessato.

2. Il consenso può riguardare l’intero trattamento ovvero una o più operazioni dello stesso.

3. Il consenso è validamente prestato solo se è espresso liberamente e specificamente in riferimento ad un trattamento chiaramente individuato, se è documentato per iscritto, e se sono state rese all’interessato le informazioni di cui all’articolo 13.

4. Il consenso è manifestato in forma scritta quando il trattamento riguarda dati sensibili.

E contestualmente mi fu risposto che era “in fase di elaborazione la modifica al Regolamento del Consiglio Comunale che prevede anche la regolamentazione delle riprese delle sedute di Consiglio Comunale.”

Giunti a due anni e mezzo da quella mia richiesta, non essendo stato ancora approvato alcun regolamento sulle riprese dei Consigli Comunali, inoltro a lei la mia richiesta di autorizzazione alla ripresa della seduta del prossimo Consiglio Comunale confermandole che:

– inizierò le riprese unicamente dopo che Lei avrà informato tutti i presenti

– non riprenderò con la telecamera il pubblico presente in aula

– non diffonderò dati sensibili

– mi renderò disponibile a mettere a disposizione copia della/delle ripresa/e a chiunque ne faccia richiesta

e soprattutto consapevole del fatto che l’interpretazione che fa riferimento all’art.23 del Codice della Privacy e che vieta le videoriprese è errata proprio perché lo stesso garante della Privacy con il cristallino pronunciamento del 28 maggio 2001 con il doc. web n. 43495 indica come non applicabile tale articolo alle videoriprese dei consigli comunali in quanto eventi pubblici e di evidente interesse pubblico.

In attesa di un suo cenno di riscontro, colgo l’occasione per porgere i miei più cordiali saluti.

[/box]

Spero di poter rendicontare nei prossimi giorni la risposta a questa mia richiesta, stay tuned!

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui e ricevi gratuitamente i nostri ultimi articoli via email
Potrai cancellarti quando vuoi
Commenti