PE4: cosa sta succedendo a Garbagnate Milanese?

Foto di GarbenTV
Foto di GarbenTV

Cosa sta succedendo sull’area PE4, quella per intenderci dove da mesi sono iniziati gli scavi per la costruzione del centro commerciale in zona Bariana a Garbagnate Milanese?

Se lo chiedono in molti in queste settimane visto che da qualche tempo i lavori sembrano essersi fermati senza un apparente motivo.

Se lo è chiesto anche il Sindaco Pioli, quando Giovedì sera all’affollata presentazione del Piano di Governo del Territorio al Centro Polifunzionale “Il Sole”,  ha fatto presente che a rifare l’Esselunga a Santa Maria Rossa ci hanno messo otto mesi, mentre qui sembra tutto fermo.

Visti gli sviluppi che ha avuto in questi ultimi mesi la questione ex-Alfa, con il benestare della Regione alla costruzione di 55mila metri quadri di centro commerciale, direi che c’era da aspettarselo.

Con quale criterio un costruttore porterebbe avanti la costruzione di un centro commerciale quando di li a poco se ne prevede in zona attigua uno di dimensioni doppie?

Se è vero poi, come risulta dal sito del Tar Lombardia, che la società PE4 e la società Valore Reale, le proprietarie dell’area PE4 di Garbagnate, sono coinvolte nel ricorso contro l’Accordo di programma sull’area ex-alfa, allora si capisce quali potrebbero essere i motivi di tale congelamento delle operazione di costruzione iniziate oramai un anno fa.

C’è poi un’altro aspetto altrettanto importante che riguarda la viabilità intorno al PE4, se infatti l’idea iniziale era quella di fare un tunnel che da dopo il Vivaio Banfi arrivasse in mezzo alle Garbine, adesso le possibilità sono plurime visto che si parla di una “strada in trincea”.

Ne ha parlato, come ipotesi, il Sindaco Giovedì sera, ma un articolo (mai smentito) del Settegiorni dello scorso 22 Febbraio lo dava per assodato anche a seguito della conferma avuta dal costruttore.

Se ciò fosse vero sarebbe l’ennesima decisione presa dall’alto senza che i cittadini siano stati consultati in merito!

 

Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti qui e ricevi gratuitamente i nostri ultimi articoli via email
Potrai cancellarti quando vuoi
Commenti