urban-blog-tv

Centro di confusione permanente

Immagine tratta da InternetSull’argomento centro commerciale a Garbagnate si è entrati in un vortice di informazioni che rendono tutto più confuso.
Voluto? Cerchiamo di fare ordine per capire.

Durante l’amministrazione Zoppè, l’allora coalizione di maggioranza appoggiava queste posizioni: raddoppio della volumetria dell’attuale Esselunga di S. Maria Rossa (accordo portato a termine, i lavori dovrebbero iniziare a gennaio), appoggio alla realizzazione di un grande centro commerciale in zona PE4 (via Monte Nero), contrapposizione al cambio di destinazione d’uso dell’area ex Alfa Romeo (quindi no ad un centro commerciale e qualunque cosa non sia produttivo).

Nello stesso periodo, gli allora partiti di opposizione avevano queste posizioni dichiarate in campagna elettorale: nulla da dire sul raddoppio Esselunga, pieno contrasto alla realizzazione di un centro commerciale in zona PE4, presa di posizione sull’area ex Alfa Romeo per non cambiare la destinazione d’uso da produttivo.

Dai giorni successivi alle elezioni amministrative sembrano essere cambiate molte delle posizioni.

Il Sindaco Marone e l’amministrazione che lo appoggia diventa favorevole al centro commerciale in zona PE4 (basta vedere una cartina per vedere che è vicino al centro geografico di Garbagnate), al punto di appoggiare la presentazione di un secondo progetto ridimensionato per superare la bocciatura della Regione.

Allo stesso tempo cerca di proporre delle soluzioni alternative per l’area ex Alfa Romeo, ma non fa i conti con la proprietà privata e gli altri enti interessati (Rho, Arese, Lainate, Provincia e Regione) i quali “obbligano” il Sindaco Marone ad andare avanti verso la strada del cambio di destinazione in commerciale perchè “si è già parlato a lungo, adesso è tempo di agire”.

In questi giorni l’opposizione in consiglio comunale, dopo mesi di quasi silenzio al di fuori delle riunioni del consiglio, dichiara di non approvare la costruzione di un ipermercato nella zona PE4 oltre che non approvare la soluzione che si sta portando avanti all’ex Alfa Romeo.

A questo punto mi chiedo che fine abbia fatto la coerenza e cosa sia cambiato con le elezioni amministrative. Sicuramente si sono invertite le posizioni tra maggioranza e minoranza, ma questo basta per cambiare idee solo per puro spirito di opposizione?

A dimostrare ulteriormente l’incoerenza e/o confusione anche all’interno delle due parti, si aggiunge l’intervista sul Notiziario di settimana scorsa all’assessore Pellegatta, il quale afferma che a Garbagnate ci sarebbe bisogno di più negozi di vicinato, di un supermercatino in centro per le persone che non possono spostarsi molto. Ma Pellegatta è al corrente delle volontà del resto della maggioranza? E’ al corrente del fatto che nessuno sprovveduto aprirebbe un supermercatino in centro con la concorrenza di Unes, Esselunga, Coop, LD, Penny Market e nuovo ipermercato in PE4 o ex Alfa Romeo?

Vedi anche: Il centrino commerciale

 

Commenti